FANDOM


Grande Re Demone Piccolo
Grande Re Demone Piccolo
Nome Grande Re Demone Piccolo
Debutto DBM Manga Pagina 151
Razza Namecciano
Famiglia
  • Kattatsu (Padre, Deceduto)
  • Dio (Controparte Buona e Fusione Permanente)
Stato Attuale Deceduto


Il Grande Re Demone Piccolo è un Namecciano presente nell'Universo 3.

Il Personaggio Modifica

Aspetto Modifica

Il Grande Re Demone Piccolo ha lo stesso aspetto che presenta nel manga, ossia la carnagione verde e un abito Namecciano blu con la cintura viola e le scarpe gialle. Il suo aspetto fa supporre che anche in questo Universo ha chiesto al Drago Shenron la giovinezza eterna.

Personalità Modifica

DBM0950 colored by HomolaGabor-big

Il Grande Re Demone Piccolo non accetta di avere un lato buono dopo essersi riunito a Dio

Finora ha parlato relativamente poco, anche se ha detto con orgoglio a Belzebubù di aver ucciso milioni di persone nel suo Universo. Ha dimostrato disinteresse verso il Torneo anche quando i suoi compagni di Universo lo dimostravano nel momento in cui non si conosceva ancora la sua identità, e questo mostra un eccessiva sicurezza in sé che potrebbe portarlo a sottovalutare gli avversari.

È molto intraprendente e spietato in battaglia e approfitta appena può delle debolezze degli avversari. Si è autodefinito il male assoluto nonché l'opposto di Gast Carcolh dell'Universo 7, tuttavia quest'ultimo ritiene che da quando si è riunito a Dio il suo animo è stato corrotto dal bene e che prima o poi si convertirà del tutto. Tuttavia è ancora abbastanza malvagio da consentire a Babidi dell'Universo 11 di controllarlo mentalmente.

Abilità e Poteri Modifica

Questo Grande Re Demone Piccolo è molto più forte della sua controparte dell'Universo 18 in quanto è tornato ad essere completo assimilando dentro di sé Dio con il suo consenso in circostanze sconosciute, solo che a differenza dei due Piccolo a prevalere è stata la parte malvagia. Durante il suo incontro con Belzebubù, quest'ultimo è riuscito solamente a fargli venire una goccia di sudore, che però non ci fa capire la sua potenza visto che era rimasto solo sorpreso di vedere il suo attacco rispedito indietro. È abbastanza forte da essere riuscito a ferire Kaiohshin dell'Est dell'Universo 1, seppur colpendolo alle spalle con un raggio energetico, e da riuscire a tenere testa a Kaiohshin del Nord sempre dell'Universo 1.

Nei Sedicesimi di Finale il Grande Re Demone Piccolo non è riuscito a provocare danni ingenti a Gast Carcolh dell'Universo 7, un avversario molto più forte di lui, se non sfruttando i punti deboli dei Namecciani, anche se a detta di Gast ha subito i colpi solo per rendere lo scontro più interessante. È in grado di usare l'Eye Beam, due raggi laser sparati dagli occhi, e di sparare il Bakurimaha, un raggio lanciato da ciascuna delle braccia dopo aver caricato il Ki su entrambe le mani, e, quando Belzebubù gli ha rispedito indietro uno di essi, gli ha riferito che quel colpo non lo avrebbe ucciso, il che implica che non ha messo tutta la sua potenza in quell'attacco. I suoi poteri aumentano dopo che Babidi dell'Universo 11 prende il controllo mentale su di lui.

Storia Modifica

Passato Modifica

Si sa pochissimo sul Grande Re Demone Piccolo di questo Universo a parte che ha ucciso milioni di persone e di conseguenza ha conquistato il pianeta Terra grazie anche al fatto che Kakaroth non è mai stato spedito sulla Terra. In circostanze sconosciute il Grande Re Demone Piccolo si è riunito a Dio con il consenso di quest'ultimo tornando ad essere completo. Quasi sicuramente ha evocato il Drago Shenron per chiedergli la giovinezza eterna.

Almeno una volta dei Namecciani sono venuti sulla Terra per contattarlo, ed è da loro che ha imparato il significato del nome "Gast Carcolh". Negli ultimi anni ha iniziato a risparmiare villaggi col pretesto di lasciarli per dopo, e una volta ha attivamente evitato di uccidere una bambina terrorizzata.

Torneo del Multiverso Modifica

Trentaduesimi di Finale Modifica

Il Grande Re Demone Piccolo accetta l'invito dei Varga a partecipare al Torneo per poter diventare sovrano dell'Universo intero.

Compare brevemente durante la Pausa Pranzo e anche durante l’incontro tra Videl dell’Universo 9 e Re Cold dell’Universo 8, dichiarando di non essere interessato alla Spada Z della ragazza. Quando Bardak del suo Universo viene chiamato per combattere contro Radish dell’Universo 13, Tapion, sospettando che il Saiyan fosse il Namecciano visto che quest’ultimo era sempre rimasto in ombra, gli chiede se quello è il suo nome e il Grande Re Demone Piccolo risponde di no.

Grande Mago Piccolo Belzebubù

Il Grande Re Demone Piccolo colpisce Belzebubù

Nei Trentaduesimi di Finale combatte contro Belzebubù dell’Universo 2: il Dr. Raichi intima il Namecciano di farsi vedere, visto che è il momento del suo incontro, poi, appena entrambi sono saliti sul ring, il Grande Re Demone Piccolo schernisce l'avversario mentre Belzebubù, accortosi che è un Namecciano, dichiara di essere un vero Demone perché, durante la Pausa Pranzo, non ha condiviso i dolci con i suoi amici, ma l'avversario, dopo aver rivelato che nel suo Universo ha ucciso milioni di persone, lo colpisce prima con un pugno e poi con un calcio entrambi in faccia, per poi caricare il suo Ki in entrambe le mani e sparare il Bakurimaha.

Belzebubù riesce a schivare il primo e, dopo averlo assorbito con la bocca, rispedisce indietro il secondo mandandolo contro colui che l'ha lanciato; però il Grande Re Demone Piccolo esce dall'attacco con solo i vestiti lacerati e lo finisce con un calcio in faccia vincendo l'incontro.

Sedicesimi di Finale Modifica

Terminati i Trentaduesimi di Finale viene organizzata una pausa di dodici ore e, alla sua conclusione, il Grande Re Demone Piccolo torna nell'Arena insieme al resto del suo Universo.

Gast Carcolh Re Piccolo

Il Grande Re Demone Piccolo tenta di colpire Gast Carcolh con una ginocchiata

Nei Sedicesimi di Finale combatte contro Gast Carcolh dell'Universo 7: il Grande Re Demone Piccolo è contento di poter finalmente combattere e, appena salito sul ring con l'avversario, lo schernisce dicendogli che ha il nome di una Divinità Namecciana, ma Gast replica affermando che il suo nome è pretenzioso e che non deve scherzare con i Namecciani in quanto sicuro che non sa niente di loro, il suo avversario conferma sostenendo di essere il male assoluto e quando Gast gli fa notare che è troppo debole per lui scatena la sua potenza lasciando sorpreso Piccolo dell'Universo 18 che comprende che nel suo Universo il Grande Re Demone Piccolo si è ricongiunto a Dio.

Il Grande Re Demone Piccolo tenta di attaccare l'avversario, ma quest'ultimo riesce ad evitare o a parare i suoi colpi e poi con un manrovescio colpisce il Grande Re Demone Piccolo in faccia facendogli uscire sangue. Dopo aver comunque elogiato la sua forza, Gast gli fa notare che non è del tutto malvagio nonostante le sue azioni, che da quando ha assorbito Dio il suo animo è stato corrotto dal bene e che prima o poi si convertirà nonostante il Grande Re Demone Piccolo cerchi di negarlo. In quel momento si ricorda di alcuni eventi che sembrano essere in favore della tesi di Gast: che a volte ordina ai suoi sudditi di risparmiare dei villaggi, oppure quando non ha potuto uccidere una bambina terrorizzata.

Tuttavia il perfido Namecciano si strappa le orecchie per non starlo a sentire ed inizia a fischiare dando fastidio a Gast, così il Grande Re Demone Piccolo ne approfitta per colpire l'avversario con una ginocchiata, un pugno in faccia, una gomitata sulla schiena ed un altro pugno in faccia mentre Re Kaioh del Nord dell'Universo 1, seduto tra gli spalti, spiega che per i Namecciani è insopportabile il fischio terrestre. Goten dell'Universo 18 si domanda come mai Gast non si stacchi le orecchie e quest'ultimo, ammutolendo l'avversario, gli risponde che sta cercando un bel combattimento sorprendendo Goten. Il Grande Re Demone Piccolo toglie la mano di Gast dalla sua bocca e cerca di fischiare, ma il Namecciano con uno schiocco di dita lo colpisce in faccia mandandolo K.O. e vincendo l'incontro. Dopo l'annuncio della sua vittoria Gast cura il Grande Re Demone Piccolo chiedendogli di riflettere su cosa lo rende felice tra schiavizzare la popolazione oppure vederli contenti sotto la sua protezione.

Ottavi di Finale Modifica

Durante la pausa tra i Sedicesimi di Finale e gli Ottavi di Finale i Varga e i Namecciani utilizzano un set di Sfere del Drago per riportare in vita le vittime del Torneo, dopodiché viene organizzata una cena e viene annunciato l'esecuzione di un Torneo secondario a squadre a cui il Grande Re Demone Piccolo si iscrive per liberare la testa. All'inizio della notte artificiale il Grande Re Demone Piccolo si reca nella sua stanza per riposare, dato che le parole di Gast lo stanno ancora turbando.

Grande Mago Piccolo controllato

Il Grande Re Demone Piccolo viene controllato da Babidi

La mattina successiva il Grande Re Demone Piccolo non si reca nell'Arena e rimane nella sua stanza per lottare ed impedire che Dio prenda il sopravvento su di lui, tuttavia al termine dello scontro tra Ub dell'Universo 18 e Majin Bu dell'Universo 11, Babidi dell'Universo 11 prende il sopravvento su di lui controllandolo mentalmente.

Finito lo scontro tra Vegeta dell'Universo 18 e Kakaroth dell'Universo 13 inizia il Torneo secondario a squadre: egli viene messo in squadra con Yamcha dell'Universo 9 e si batte contro Goten dell'Universo 16 e Rikoom dell'Universo 8. Il Grande Re Demone Piccolo si scontra con il soldato di Freezer e riesce ad avere la meglio su di lui, costringendo così Goten, che trasformato in SSJ si è battuto nel frattempo con Yamcha, a ritirarsi essendo rimasto da solo, consegnando la vittoria ai due avversari.

Al termine degli Ottavi di Finale il Grande Re Demone Piccolo, su ordine di Babidi dell'Universo 11, entra in azione ed interviene a favore di Darbula dell'Universo 11 nella sua lotta contro i Kaiohshin dell'Universo 1 e Phipsil dell'Universo 19 colpendo alle spalle Kaiohshin dell'Est con un raggio energetico mentre teneva bloccato il demone con la Telecinesi.

Kaiohshin Nord vs Grande Mago Piccolo

Il Grande Re Demone Piccolo affronta Kaiohshin del Nord

Ciononostante Darbula viene comunque ucciso dall'Helioriana e subito dopo Kaiohshin del Nord e Kaiohshin dell'Ovest si lanciano contro il Namecciano. Quest'ultimo cerca di colpirli con l'Eye Beam, ma i due Kaiohshin evitano l'attacco e Kaiohshin del Nord decide di affrontarlo da solo tentando di colpirlo con un pugno, parato dal Grande Re Demone Piccolo col braccio destro. I due continuano la loro battaglia e finiscono per danneggiarsi a vicenda, così Kaiohshin del Nord tenta di fischiare per distrarre il nemico, ma non essendoci capace fallisce.

I due però vengono distratti dall'esplosione provocata da Nedwook dell'Universo 19 che ha danneggiato Cell dell'Universo 17, e subito dopo l'Helioriano, pur sapendo che nel suo mirino ci sono anche il Grande Re Demone Piccolo e Kaiohshin del Nord, utilizza un taglio con l'indice tagliuzzando in più parti l'Androide e mirando subito dopo agli altri due involontariamente. Kaiohshin del Nord si teletrasporta via in tempo, ma prima che anche il Namecciano ci riesca un Varga femmina fischia distraendolo il tempo sufficiente affinché il colpo di Nedwook lo tagli a metà uccidendolo.

Curiosità Modifica

  • Nella versione originale di "Dragon Ball" il suo nome è "Grande Mago Piccolo".
  • Questo Grande Re Demone Piccolo è più forte di quello dell’Universo 18 in quanto a differenza della sua controparte si è ricongiunto a Dio.
  • Inizialmente non era presente il Grande Re Demone Piccolo nella Pausa Pranzo, è stato aggiunto solo dopo che è stata ufficializzata la sua presenza nel Capitolo 19.
  • Il Grande Re Demone Piccolo è ufficialmente l'ultimo Namecciano dell'Universo 3, dato che in questo Universo tutti i Namecciani sono stati uccisi dai Saiyan.